Arturia DrumBrute


Arturia DrumBrute: drum machine con sequencer analogica al 100%

Arturia si conferma uno dei marchi più dinamici del settore presentando un nuovo prodotto davvero molto interessante.
Arturia DrumBrute è una drum machine con sequencer analogica al 100% con funzionalità avanzate di editing e perfetto per ogni tipo di performance. Si tratta dell’ultimo esponente della famiglia Brute di Arturia, un efficace strumento per il beat-making con in dotazione il potente DNA del MicroBrute, MiniBrute e MatrixBrute.



Vista l'importanza del prodotto abbiamo dato in anteprima al massimo esperto della sintesi analogica in Italia, il Prof. Enrico Cosimi, tutte le informazioni per una recensione con descrizione dettagliata di Arturia Drumbrute che riportiamo qui di seguito.

Il suono è basato sui migliori circuiti della tradizione analogica dello scorso secolo, rivisitati per potenziarne le caratteristiche peculiari e offrire accesso immediato ai parametri più significativi. Due stili differenziati di kick drum, simultaneamente disponibili e utilizzabili, con corredi indipendenti di parametro, snare e clap ad ampio raggio di azione, hi hat aperto e chiuso completamente indipendenti nel volume e nel decay time, cymbal dritto e reverse (realizzato analogicamente), zap.



La presenza di playing pad dedicate permette non solo la programmazione Real Time (accoppiata al classico inserimento dati Step Mode su griglia di multipli di sedicesimi), ma anche l’esecuzione diretta in punta di dita delle timbriche residenti; il tutto è potenziato da Step Repeat, Pattern Mooper, Mute/Solo con possibilità di creare gruppi di assegnazione, Song Mode, Randomness e Swing. Questi ultimi due parametri possono essere indipendenti per traccia. La sensibilità dei playing pad facilita l’esecuzione in tempo reale, la presenza di un sofisticato motore di quantizzazione interno facilita l’allineamento ritmico in programmazione.

La connettività è estrema: in questa categoria di prezzo DrumBrute è l’unica batteria elettronica analogica ad offrire dodici uscite audio separate. In aggiunta, sono presenti le due connessioni MIDI In e Out, la porta USB Type B, le due connessioni Sync In/Out in formato TRS ⅛”, l’uscita Main Output monoaurale su ¼”, le due uscite per cuffia stereo ⅛” e ¼”.



Ecco le caratteristiche principali:

- Diciassette timbriche analogiche comprendenti kick 1, kick 2, snare, clap, hihat open, hihat close, conga hi, conga lo, tom hi, tom lo, maracas, rim shot, clave, tambourine, cymbal, cymbal reverse, zap.
- Dotazione di controlli dedicati indipendenti per ciascuno strumento; c’è sempre un volume, c’è sempre la possibilità del Mute/Solo, in più, ci sono i parametri di caratterizzazione timbrica (tutti simultaneamente residenti e raggiungibili su pannello comandi, come ai bei tempi…).
- Sequencer organizzato in 64 pattern; ciascun pattern può avere lunghezza massima pari a 64 step; ogni traccia di strumento può avere durata indipendente dalle altre, permettendo la costruzione di intricate strutture poliritmiche.
- Step Repeat predisposto per la creazione veloce degli effetti di Ratcheting e rimbalzo.
- Song Mode per la concatenazione dei pattern di sequenza precedentemente programmati.
- Ciascun pattern può essere influenzato in tempo reale con i comportamenti di Swing e Randomness già sperimentati nel BeatStep Pro; i due comportamenti sono applicabili globalmente a tutto quanto programmato nel pattern o possono essere focalizzati solo sulla traccia/strumento attualmente in edit.
- Pattern Looper per la ripetizione in battuta di segmenti pari a quarto, ottavo, sedicesimo, trentaduesimo, tutto in punta di dito.
- Filtro Steiner Parker bypassabile, con modo low e high pass, con controlli di Cutoff e Reonance.
- Dodici uscite audio individuali su jack standard 1/8” (tanti saluti a molte macchine della concorrenza). Un’uscita Main Mono, sempre su formato jack standard ¼”. Uscite cuffie con volume indipendente e connessioni parallelate doppio formato TRS ¼” e TRS ⅛”.
- Gestione bidirezionale di quattro possibili clock: Internal Clock, MIDI Clock, USB Clock, Analog TTL Sync.
- L’alimentazione è separata, con alimentatore fornito in dotazione.



Arturia DrumBrute spiana sul pannello comandi tutti i parametri relativi alla gestione real time dei suoni analogici disponibili:

  •     Kick 1. Level, Pitch, Decay, Impact, Sweep. Ha un’uscita audio separata.
  •     Kick 2. Level, Pitch, Decay. Ha un’uscita separata.
  •     Snare. Level, Snap Level, Snap Decay, Snap Tone, Drum Tone. Ha un’uscita separata.
  •     Clap. Level, Tone, Decay. Ha un’uscita separata.
  •     Rim/Claves. Level, Rim Tone, selettore timbrico Type. I due suoni condividono la stessa uscita Rim.
  •     Closed Hat. Level, Pitch, Decay. Condivide l’uscita con il suono Open Hat.
  •     Open Hat. Level, Pitch Decay. Condivide l’uscita con il suono Closed Hat.
  •     Tom Hi/Conga Hi. Level, Pich, selettore timbrico Type. I due suoni condividono la stessa uscita Tom Hi.
  •     Tom Lo/Conga Lo. Level, Pitch, selettore timbrico Type. I due suoni condividono la stessa uscita Tom Lo.
  •     Cymbal/Reverse Cymbal. Level, Tone, Decay, selettore timbrico Type. I due suoni condividono la stessa uscita Cymbal.
  •     Maracas/Tamb. Level, Tamb Decay, selettore timbrico Type. I due suoni condividono la stessa uscita Maracas/Tamb.
  •     Zap. Level, Pitch, Decay. Ha un’uscita separata.




Il funzionamento della DrumBrute è articolato su tre livelli di programmazione Song, Bank e Pattern. I sedici tastoni indirizzabili lavorano tanto come inseritori numerici quanto come selettori per i quattro banchi A-D; in aggiunta, è possibile definire il Global BPM con inserimento diretto Rate/Fine e confronto sul display alfanumerico a tre cifre. E’ disponibile un motore di tap tempo.

Il metronomo, che ha un’uscita audio dedicata, è regolabile On/Off e in volume.

La programmazione di scala  e la quantizzazione avviene per ottavi, per ottavi terzinati, per sedicesimi, per sedicesimi terzinati, per trentaduesimi; è possibile definire il Last Step utile nel pattern, muoversi – come nel BeatStep Pro – attraverso le quattro possibili pagine step 16-32-48-64, con visualizzazione ferma o aggiornata dinamicamente durante la programmazione; i tastoni e gli step lavorano in codice colore con retro illuminazione variabile. Innescando il modo Polyrhythm, ogni linea di programmazione/strumento può avere la durata/numero di step ritenuta necessaria; in questo modo, 16 step di cassa dritta possono essere sovrapposti a  7 step di maracas e 11 step di lo tom…Sono previste le funzioni Shift, Copy, ave, Erase, Step Program, Accent. L’accento – attenzione – è programmabile indipendentemente per ciascuno strumento.



La lettura del pattern e/o delle singole tracce/strumento che lo compongono può essere modificata in tempo reale attraverso i due algoritmi già sperimentati nel BeatStep Pro di Swing e Randomness; sono applicabili globalmente a tutti gli strumenti che suonano o alla Current Track selezionata.  Il Looper offre una superficie sensibile al tocco con la quale definire la ripetizione incondizionata in battuta di quarti, ottavi, sedicesimi o trentaduesimi di programmazione pattern.

Sull’uscita audio Main, è presente il modulo Output Filter in tecnologia Steiner Parker per processare passa basso/passa alto l’intero flusso audio; i comandi comprendono Cutoff, Mode, Resonance e Bypass; non sappiamo se è previsto un meccanismo di envelope follower per automatizzare lo spostamento della frequenza di taglio.

Midiware